Dalla provincia di Salerno con amore: il mallone

Pubblicato da Vincenzo Ugliano nella categoria Specialità campane il 10/11/2018 ultimo aggiornamento il 10/11/2018

Un'antica pietanza dal gusto unico.

Dalla provincia di Salerno con amore: il mallone

Il mallone è un piatto che affonda le proprie radici in una tradizione molto antica. Esso veniva preparato soprattutto nel salernitano, più precisamente nella zone di Bracigliano, Siano e nella Valle dell'Irno.
Si tratta di una pietanza contadina a base di diverse erbe spontanee che venivano raccolte in alta quota. Generalmente vi si aggiungeva il pane reffermo accompagnato da patate lesse.
Da un po'di anni a questa parte l'antica ricetta è stata riscoperta e diverse sono le sagre estive della provincia salernitana che lo ripropongono (ristoranti compresi).
Una delle tappe obbligate per i buongustai è sicuramente la "sagra del mallone braciglianese" che si svolge nel mese di agosto nel territorio di Bracigliano (SA).
La ricetta odierna non si discosta poi molto da quella antica: il misto di erbe, infatti, viene mischiato con le foglie di cime di rapa, patate grumose, olio d'oliva ed un pizzico di peperoncino.
Il tutto viene servito solitamente in un tegame.
Una delle varianti più frequenti è la pizza fritta col mallone: parliamo di un impasto semplice di granoturco impanato che anticamente si cuoceva sotto la cenere rovente dei focolai domestici ma anche più semplicemente in padella, facendo soffriggere il tutto con olio d'oliva.
Come già spiegato in precedenza, la ricetta è strettamente legata ai paesi di diffusione e perciò il mallone non è un elemento predominante della cucina regionale campana: un motivo in più quindi per scoprirlo ed apprezzarlo nella sua gustosa genuinità.


Condividi

Lascia un commento