Cerca...

3 articoli nella categoria Specialità italiane

Ersilia Cacace 05/08/2020 0

Zenzero: proprietà, utilizzi e benefici. Quali le controindicazioni?

Lo zenzero (Zingiber officinale) è una pianta erbacea perenne della famiglia delle Zingiberaceae. Molto utilizzato in cucina, possiede alcune proprietà antinfiammatorie e digestive che lo rendono utile per stomaco e cuore; è una spezia stimolante e tonica, utile ad esempio per la nausea e la digestione.

 

Proprietà dello zenzero

 

Lo zenzero viene usato come antinfiammatorio naturale e digestivo ed è tra i più efficaci medicinali antinausea e antivertigine. Con lo zenzero si possono trattare disturbi come il mal d'auto, il mal di mare e la nausea mattutina. Queste caratteristiche sembrano derivare dal potere di provocare effetti locali sulle pareti dello stomaco e dell'intestino. I principi attivi della pianta si concentrano tutti nella sua radice: sostanze non volatili, come i gingeroli, resine e mucillagini.

Nella medicina tradizionale dell'Estremo Oriente, lo zenzero è impiegato nel trattamento dell'osteoartrite, dell'influenza, come stimolante del cuore, come protettivo della mucosa gastrica. Grazie alle sue proprietà antibiotiche, lo zenzero è un valido alleato di stomaco, intestino, cuore e apparato circolatorio.

Anche l'olio essenziale di zenzero ha diverse proprietà benefiche. Infatti è antinausea, tonificante, antidolorifico, digestivo, antivirale e afrodisiaco.

Lo zenzero è utile anche contro l'alitosi: si consiglia di sorseggiare acqua calda bollita per 10 minuti con zenzero fresco. Un semplice rimedio che favorisce la digestione e contrasta l’accumulo di tossine e la fermentazione batterica. 

 

Utilizzi dello zenzero

 

Lo zenzero è molto apprezzato in cucina come spezia e dall'industria alimentare come pregiato aromatizzante (con lo zenzero, ad esempio, si produce la famosa bevanda conosciuta come ginger ale), ma come abbiamo visto possiede anche interessanti proprietà medicinali.

In commercio si trova in forma di radice fresca o essiccata, ridotta in polvere o in forma di estratto o come zenzero candito, usando solo lo zucchero naturale della sua radice. La polvere di radice di zenzero essiccata è in genere venduta in compresse di facile assunzione. Non esiste ancora un consenso sul dosaggio, ma la maggior parte dei medici consiglia di assumere da 500 mg a 1000 mg di zenzero al giorno.

Ogni 100g di zenzero contengono circa 80kcal ed i seguenti valori nutrizionali:

Proteine 1,82 g

Carboidrati 17,77 g

Zuccheri 1,7 g

Grassi 0,75 g

Colesterolo 0 mg

Fibra alimentare 2 g

Sodio 13 mg.

 

 

Controindicazioni dello zenzero

 

L'uso dello zenzero dovrebbe essere soggetto a consulto medico nei seguenti casi:

-       gravidanza e allattamento

-       se si assumono farmaci antinfiammatori

-       se si assumono farmaci antiaggreganti e anticoagulanti (come la cardioaspirina) a causa dell'effetto fluidificante dello zenzero.

L'assunzione va completamente evitate in caso di allergia nota verso una o più componenti e le dosi limitate perché un eccesso di zenzero può provocare gastrite e ulcere.

 

 

Per altre curiosità e ricette, vi invitiamo a visitare la sezione BLOG !

 

Ersilia Cacace

Leggi tutto

Angelo Petrone 11/01/2020 0

Risotto ai funghi: un gourmet della tradizione. La ricetta

E' l'utentico risotto all'italiana cucinato in modo lento e paziente, ideale per accompagnare un secondo di carni grigliate e piatti a base di pollo.Parliamo del risotto ai funghi, un classico delle nostre cucine, frutto della maestria della massaie italiane. Il sapore deve essere delicato come la consistenza del riso: non troppo al dente, né morbido. Insomma non un piatto semplice, ma un piatto che tutti, con un po' di pazienza possono realizzare.

Ingredienti

 

Per sei persone preparare 6 tazze di brodo di pollo, 3 cucchiai di olio d'oliva, funghi porcini, tagliati a fettine sottili, riso Arborio e mezza tazza di vino bianco; naturalmente sale, pepe nero, erba cipollina tritata finemete, quattro cucchiai di burro e il parmigiano grattugiato fresco.

Preparazione del risotto ai funghi

 

 

In una casseruola, scaldare il brodo a fuoco lento mentre in una più grande mescolare con 2 cucchiai di olio d'oliva i funghi e cuocere fino a che risultino morbidi, per circa 3 minuti. Ora bisogna togliere i funghi e il loro brodo mettendoli da parte.

Aggiungere 1 cucchiaio di olio d'oliva alla padella e mescolare gli scalogni e cuocere per 1 minuto.

Aggiungere il riso, mescolando con olio per circa 2 minuti. Quando il riso ha assunto un colore pallido e dorato, versare il vino, mescolando costantemente fino a quando il vino non è completamente assorbito.

Aggiungere mezza tazza di brodo al riso e mescolare fino all'assorbimento. Continua ad aggiungere brodo mezza tazza alla volta, mescolando continuamente, fino a che il riso risulti privo di liquido e ancora al dente; per circa 15-20 minuti.

Ora non resta che togliere dal fuoco e aggiungere i funghi con il loro liquido, burro, erba cipollina e parmigiano. Condire il tutto con sale e pepe a piacere. Insomma molti passaggi, alcuni elaborati, che richiedono pazienza, ma per iun risultato garantito.

Leggi tutto

Angelo Petrone 30/11/2019 0

Qual è il segreto del risotto ai frutti di mare? Ricetta e procedimento

Il segreto per preparare un buon risotto ai frutti di mare è usare un brodo di pesce di alta qualità e, naturalmente, i frutti di mare freschi. E' essenziale, inoltre, cucinare crostacei e riso speratamente, visto il maggiore tempo di cottura del riso. Insomma se non vuoi ridurre i frutti di mare ad un composto gommoso e insapore è essenziale rispettare i tempi di cottura. 

Da nord a sud: il risotto ai frutti di mare mette d'accordo tutti per la sua raffinatezza, la semplicità, ma soprattutto perché è buono

Risotto ai frutti di mare: gli ingredienti

Come tutti i piatti gustosi e tradizionali, gli ingredienti sono pochi e semplici.

Tre cucchiai di olio d'oliva, tre spicchi d'aglio, pomodori pelati, capesante sgusciate, gamberetti crudi, sale e pepe nero macinato, un pizzico di peperoncino in scaglie, mezza tazza di vino bianco secco, mezzo limone spremuto, un mazzetto di prezzemolo fresco, tritato finemente. 

Nel risotto va versato un quarto di brodo di pesce, un cucchiaio di olio d'oliva, scalogno e riso arborio. 

Come si prepara il risotto ai frutti di mare

Scaldare 3 cucchiai di olio d'oliva in una padella a fuoco medio ed aggiungere aglio; cuocere per circa 2 minuti per poi versare le capesante e cuocere per un altro minuto, aggiungendo mezza tazza di vino bianco. A questo punto vanno in scena i gamberi e il condimento: sale, pepe e scaglie di peperoncino. La cottura deve durare tra i 3 e i 5 minuti. 

Ora, versa il brodo di pesce in una casseruola a fuoco medio e fai sobbollire. Sciogli il burro in una padella a fuoco lento ed aggiungi 1 cucchiaio di olio d'oliva e scalogno. Cuocere fino a quando lo scalogno è morbido e traslucido, ma non marrone: da 3 a 5 minuti.

A questo punto va aggiunto il riso ed aumentato il livello del fuoco mescolando fino a quando il riso ha assorbito l'olio e il burro. E' importante non bruciare lo scalogno e ridurre il il fuoco, se necessario.

Versare 1/2 tazza di vino bianco nella padella e mescolare fino a quando è evaporato aggiungendo un mestolo di brodo di pesce fino a quando il riso ha assorbito il brodo. Naturalmente il ​​processo va ripetuto fino a quando il riso è della giusta consistenza; ovvero dai 15 ai 18 minuti.

A questo punto vanno aggiunti i crostacei, con il loro sugo, nella padella del risotto e cuocere per tre minuti. E' importante mescolare ed aggiungere brodo se necessario. Lasciare riposare il risotto per 2 minuti e servire. Piaciuta la ricetta del risotto ai frutti di mare? Prova mettere in pratica i nostri consigli e sorprendi i tuoi ospiti con un primo ''raffinato'', ma semplice. 

 

Leggi tutto