Vincenzo Ugliano 30/03/2021 0

Arancini siciliani: la ricetta

Arancini siciliani: una bontà tutta italiana che ci invidiano in ogni angolo del mondo!

C'è chi lo chiama arancino, chi arancina: la differenza pare sia tutta nella località in cui vengono prodotti, come Palermo o Catania: da qui il modo diverso di definire una bontà unica, a prescindere dal nome che si decida di dargli! Particolare è anche la forma che si sceglie di dare all'arancino: si può fare sferico o con la caratteristica punta rivolta verso l'alto. Anche in quel caso la differenza pare sia giustificata dal diverso tipo di ripieno, e quindi una differenza che viene sottolineata dalla diversa forma: rotondo col prosciutto e con la punta è ripieno al sugo. Gli arancini sono adatti sia come antipasto che come sfizioso aperitivo, quindi ve li suggeriamo in prossimità delle vacanze pasquali!

Oggi vi forniremo la ricetta per preparare a casa i classici arancini siciliani, con ripieno di piselli, carne macinata, mozzarella e sugo di pomodoro, ma potrete tranquillamente decidere di prepararli "in bianco" omettendo l'aggiunta del sugo.

Condividete l'articolo per non perderlo di vista e partiamo subito con ingredienti e preparazione!

 

INGREDIENTI per circa 12 arancini

- 500g riso vialone nano

- 1 bustina di zafferano

- 30g di burro

- 1 pizzico di sale

- 100g di caciocavallo stagionato grattugiato

- 200g farina 00

- 300ml di acqua

- 1 pizzico di sale

- pangrattato q.b.

- olio di semi q.b.

 

Per il ripieno:

- 200ml di passata di pomodoro

- 100g di carne di maiale macinata

- 80g piselli piccoli

- mezza cipolla

- pepe nero q.b.

- sale q.b.

- 50g caciocavallo fresco

- 25g di burro

- 50ml di vino rosso

 

ARANCINI SICILIANI: PREPARAZIONE

Innanzitutto bisogna scaldare il riso in abbondante acqua salata, sottraendo un paio di minuti al tempo di cottura indicato sulla confezione del riso. Potete avere come riferimento il momento di assorbimento completo dell'acqua da parte del riso. Unite il burro a pezzetti, sciogliamo lo zafferano in due dita di acqua calda e aggiungiamo il tutto al riso. Aggiungiamo anche il formaggio grattugiato e disponiamo il riso su un vassoio a raffreddare un paio d'ore, coprendolo con una pellicola per evitare che si secchi.

Intanto prepariamo il ripieno per i nostri arancini: in un tegame aggiungiamo olio, cipolla, burro, poi aggiungiamo la carne macinata, facciamo rosolare e aggiungiamo il vino facendolo sfumare; successivamente aggiungiamo la passata di pomodoro, sale e pepe e lasciamo cuocere per circa 20 minuti. Poco prima della cottura, aggiungiamo anche i piselli piccoli. 

Mentre il ripieno e il riso si raffreddano, tagliamo anche il formaggio e la mozzarella a cubetti, dopodichè siamo pronti per preparare i nostri arancini! Per formare ogni arancino usiamo 2 cucchiai di riso, formando una cunetta nel centro della mano, poniamo al centro un po' del ripieno, qualche cubetto di formaggio e di mozzarella e poi diamo a richiudere la pallina di riso, dandogli forma rotonda o con la punta, a seconda di come preferiamo. 

Una volta che tutti gli arancini saranno pronti, prepariamo la pastella e la panatura. Per la pastella uniamo farina, acqua e un pizzico di sale, mescolando con una frusta. Immergiamo in questa pastella uno alla volta e poi li rotoliamo nel pangrattato. Quando l'olio sarà ben caldo, iniziamo a friggere. Cerhiamo di friggere massimo un paio di pezzi alla volta per evitare che la temperatura dell'olio si abbassi troppo. Una volta fritti, li poniamo su un vassoio con carta assorbente per far asciugare l'olio in eccesso.

I nostri arancini sono pronti!

Potete trovare tante altre gustose proposte visitando la nostra sezione BLOG!

 

Ersilia Cacace

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leggi tutto

Ersilia Cacace 29/03/2021 0

Mozzarelline impanate: la ricetta

Mozzarelline impanate: uno degli appetizers più golosi di sempre! Spesso le troviamo negli antipasti delle pizzerie e dei ristoranti, altre volte le prendiamo in buste di surgelati per farle a casa. Ma non avete idea di quanto siano molto più saporite fatte in casa con bocconcini freschi e panatura homemade!

Si tratta di una ricetta veramente semplicissima da poter preparare in vista delle festività di Pasqua e da inserire nel vostro antipasto insieme ad altri fritti artigianali come i crocchè, gli arancini e le frittatine di pasta (troverete le ricette di questi ultimi due "pezzi forti" nei prossimi aritcoli!).

Procediamo subito con l'elencarvi gli ingredienti e la modalità di preparazione: condividete l'articolo con chi volete, in modo da far venire l'acquolina in bocca anche a loro!

 

INGREDIENTI

- 20 mozzarelline

- 2 uova

- 80 g di farina di grano tenero 00

- 100 g di pan grattato

- olio di arachidi q.b.

- sale q.b.

 

MOZZARELLINE IMPANATE: PREPARAZIONE

Innanzitutto bisogna scolare bene le mozarelline di tutto il loro latte residuo, per evitare che possano rompersi durante la frittura. 

Le teniamo in un colino ed intanto sbattiamo in un piatto le uova aggiungendo un pizzico di sale; in un altro piatto mettiamo il pan grattato e in un altro ancora la farina.

Cominciamo a prendere le mozzarelline e a impanarle passandole prima nella farina, poi nell'uovo ed infine nel pan grattato. Una volta impanate tutt ele mozzarelline, mettiamo a scaldare l'olio in una padella abbastanza profonda (per evitare che l'olio possa schizzare). Una volta che l'olio sarà ben caldo, cominciamo a friggere un paio di mozzarelline alla volta per non far abbassare la temperatura del fritto, poi le scoliamo con una schiumarola e le poggiamo in un piatto foderato di carta assorbente per farle asciugare dell'olio in eccesso.

Una volta pronte, possiamo servire le nostre mozzarelline aggiungendo giusto un pizzico di sale!

Trovate altre gustose ricette nella nostra sezione BLOG!

Alla prossima ricetta!

 

 

Ersilia Cacace

 

(Photo credit: Eddy Fragliasso @elbarbafood on Instagram)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leggi tutto

Ersilia Cacace 23/03/2021 0

Crocchè di patate: la ricetta

Crocchè di patate: come non amarli? Il crocchè è uno dei simboli dello streetfood, soprattutto napoletano: camminando per i vicoli di Napoli, è impossibile non sentirne l'odore ad ogni angolo delle strade, belli caldi e fumanti nelle vetrine delle rosticcerie o delle pizzerie. Compagnia indissolubile del crocchè, la frittatina di pasta e l'arancino di riso, l'allegro terzetto che fa da antipasto spezzafame in attesa della pizza.

Come per ogni ricetta che vi proponiamo, realizzare i crocchè di patate a casa è davvero molto semplice! Di seguito vi lasciamo una ricetta da seguire passo passo e da condividere con chi amate oppure,  meglio ancora, con chid ovrà prepararveli!

 

INGREDIENTI 

- 1 kg patate (preferibilmente a pasta bianca, perché sono più farinose)

- 2 uova intere

- 2 albumi

- 200 g mozzarella

- 150 g prosciutto cotto

- 30 g pecorino

- 30 g parmigiano

- prezzemolo q.b.

- olio di arachide q.b.

- pepe q.b.

- pangrattato q.b.

- farina q.b.

 

 

CROCCHÉ DI PATATE: PREPARAZIONE

 

Iniziamo la preparazione dei nostri crocchè di patate lessando le patate con tutta la buccia, poi le scoliamo, peliamo e schiacciamo ponendole in una grossa ciotola lasciando raffreddare.

Una volta raffreddate, condiamo le patate con sale, prezzemolo tritato, parmigiano e pecorino. Aggiungiamo le due uova intere e continuiamo a mescolare amalgamando il tutto. Intanto tagliamo la mozzarella, che deve essere ben asciutta prima di essere unita alle patate.

É arrivato il momento di formare i nostri crocchè! Prendiamo un pugno di patate e formiamo un incavo nel palmo della mano, aggiungendo i cubetti di mozzarella e di prosciutto cotto, quindi chiudiamo su se stesso donandogli una forma cilindrica. Disponiamo i vari crocchè su di un vassoio.

Passiamo alla fase dell'impanatura: per essere perfettamente sigillante, disponiamo in tre piatti rispettivamente la farina, gli albumi e il pangrattato. Procediamo all'impanatura passando ogni crocchè secondo quest'ordine nella farina, negli albumi e infine nel pangrattato. Una volta impanati, riponiamo il vassoio in frigo per circa 3 ore.

Ora siamo pronti per la cottura! Quando l'olio è bello bollente, iniziamo a friggere pochi pezzi alla volta (altrimenti la temperatura dell'olio si abbasserebbe eccessivamente), lasciamo dorare per un paio di minuti e poniamo su un piatto con carta assorbente.

Prima di servire, potete cospargere i vostri crocchè con un pizzico di sale!

Per altre ricette sia dolci che salate potete visitare il nostro BLOG!

 

Ersilia Cacace

 

(photo credit: @cucinandomelagodo)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leggi tutto

Ersilia Cacace 22/03/2021 0

Cannelloni: la ricetta originale

Cannelloni: la ricetta della domenica per antonomasia, da sempre rivale della "cugina" lasagna!

Potremmo dire che i due piatti contano su per giù gli stessi ingredienti: una base di pasta, vuoi fresca, vuoi in scatola, vuoi all'uovo, e un abbondante condimento che vede come protagonista in primis la carne, accompagnata da ricotta e sugo. Poi, a seconda delle varianti, c'è chi aggiunge o esclude determinati ingredienti, quali il prosciutto cotto, il fior di latte o la provola, l'uovo sodo e così via.

La differenza sostanziale tra cannelloni e lasagna è la disposizione della sfogli di pasta: nel caso dei cannelloni, la pasta viene arrotolata in forma cilindrica e farcita con un impasto di ricotta e carne macinata, ricoperta con sugo di pomodorobesciamella, tanto parmigiano e poi cotta al forno.

Oggi vi proponiamo, in un mare di varianti sparse qua e là sul web, la ricetta tradizionale! La pasta potete acquistarla oppure seguire la nostra ricetta e prepararla in casa.

 

INGREDIENTI per circa 15 cannelloni

Per la pasta:

- 150 g di farina di grano tenero 00

- 50 g di farina di grano duro

- 2 uova 

- sale

 

Per il ripieno:

- 250 g di macinato di bovino

- 150 g di macinato di suino (o salsiccia)

- 400 g di salsa di pomodoro

- 300 g di fior di latte o provola

 

Per ricoprire:

- 300 g di sugo di pomodoro

- 1 pacchetto di besciamella (circa 200ml)

- 30 g di parmigiano 

 

 

CANNELLONI: PROCEDIMENTO

Iniziamo preparando il ripieno di carne: in una padella mettiamo a cuocere la carne macinata (o la salsiccia eliminando il budello), sfumandola con un filo di vino bianco. Appena sarà cotta lasciamo intiepidire e aggiungiamo il pomodoro, la ricotta e mescoliamo il tutto. Tagliamo la mozzarella a dadini e l'aggiungiamo al nostro ripieno sempre mescolando.

Intanto prepariamo anche la sfoglia di pasta (o potete anche acquistarla già pronta): realizziamo una fontana di farina e aggiungiamo tutti gli ingredienti, mescoliamo a mano finchè non otterremo il nostro impasto. Gli diamo forma rotonda, lo avvolgiamo in una pellicola e lasciamo riposare per circa mezz'ora. Fatto ciò, riprendiamo la pasta e la stendiamo a mano oppure aiutandoci con una macchina per la pasta: dobbiamo formare dei quadrati di pasta di circa 10x10 cm, aiutandoci con la farina per evitare che appiccichi.

Disponiamo i vari quadrati su un piano ben infarinato e li distanziamo. A questo punto siamo pronti per formare i nostri cannelloni!

Prendiamo la teglia e la "sporchiamo" con il sugo; poi prendiamo il ripieno e lo poniamo al centro di ogni quadrato di pasta, che andremo ad arrotolare avendo cura di far cadere la chiusura del cannellone sul lato inferiore, quello che andrà a poggiarsi sul fondo del ruoto. Li poniamo uno accanto all'altro, e una volta finito ricopriamo con abbondante sugo di pomodoro, tanta besciamella e parmigiano: non retsa che cuocere in forno statico a 180° per circa 30 minuti ad altezza centrale, per favorire una cottura omogenea. Per chi preferisce una cottura superficiale più "crunch", si può passare a cottura grill negli ultimi 5 minuti.

Siamo pronti per sfornare! I nostri cannelloni sono pronti per essere serviti! Se li preferite ben assestati, aspettate qualche minuto prima di impiattarli.

Sperando che la ricetta vi sia piaciuta, vi invitiamo a visitare la nostra sezione BLOG!

 

Ersilia Cacace

 

(photo credit @campaniafoodgirl)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leggi tutto

Ersilia Cacace 16/03/2021 0

Cornetti fatti in casa

Cornetti fatti in casa come al bar: avete mai provato a realizzarli?

 

Probabilmente non esiste colazione più banale ma al tempo stesso più ambita ed apprezzata da tutti noi italiani: il classico duetto cappuccino e cornetto! Già solo l’odore del cornetto, ancor prima che venga sfornato, mette una gran fame oltre che buonumore, facendo salire l’acquolina anche a chi la colazione l’ha già fatta! Il cornetto, o croissant, non è apprezzato solo a colazione ma anche come coccola notturna, soprattutto durante l’estate.

Piuttosto che acquistarli al bar, o surgelati al supermercato, proviamo per una volta a farli in casa: vi assicuro che dopo il primo esperimento non riuscirete più a farne a meno!

Come al solito vi consigliamo di condividere la ricetta per tenerla a portata di mano, oppure di armarvi di carta e penna se siete dei fedeli alla carta scritta!

 

 

INGREDIENTI per circa 20 cornetti

 

Per l’impasto base:

  • 500 g farina Manitoba
  • 15 g lievito di birra fresco
  • 3 uova grandi + 1 tuorlo per pennellare
  • 180 g burro
  • 80 g latte intero fresco
  • 80 g zucchero
  • 1 cucchiaio e mezzo di miele d’acacia
  • 18 g rum
  • 1 cucchiaio di essenza di vaniglia oppure bacca di una stecca di vaniglia (o 1 bustina di vanillina)
  • buccia di 2 arance grattugiate
  • buccia di 1 limone grattugiato
  • 8 g di sale
  • 50 g di burro per la sfogliatura

 

 

CORNETTI FATTI IN CASA: PREPARAZIONE

 

Innanzitutto partiamo dalla preparazione dell’impasto base: uniamo in una ciotola la buccia grattugiata delle arance, quella del limone, il rum, la vaniglia e il miele, mescolando accuratamente il composto e sigilliamo con una pellicola, lasciando riposare per almeno 2 ore.

Trascorse le due ore, prendiamo un’altra ciotola e aggiungiamo in ordine: le farine, il lievito, il latte a temperatura ambiente e lo zucchero (è preferibile usare un’impastatrice, ma è possibile lavorare l’impasto tranquillamente anche a mano).

Aggiungiamo poi le uova, avendo cura di farne assorbire uno alla volta prima di aggiungere il successivo.

A questo punto prendiamo la prima ciotola con gli aromi e aggiungiamo a questo secondo composto e impastiamo per circa 10 minuti. Trascorsi i minuti, aggiungiamo un po’ alla volta i pezzetti di burro appena intiepiditi. Solo per ultimo aggiungiamo il sale, e impastiamo per altri cinque minuti.

Impastiamo finché il composto non ci sembrerà bello liscio, omogeneo e compatto.

Formiamo un composto sferico, lo ricopriamo con della pellicola in modo bello stretto, lo riponiamo in una ciotola pulita ed asciutta e lasciamo a riposare per circa 2 ore. Sarebbe ottimale un luogo riparato e tiepido, ad esempio all’interno del forno con la sola luce accesa al suo interno.

 

Trascorse le due ore, riprendiamo il composto (che sarà raddoppiato) e impastiamo nuovamente per circa cinque minuti. Ricopriamo a contatto stretto con la pellicola e poniamo in frigo per circa 8-9 ore (ad esempio tutta la notte, per tornare a lavorarlo la mattina dopo).

Al mattino, o comunque dopo le 9 ore, riprendiamo il nostro impasto, che darà triplicato, e lo lasciamo stemperare per circa 20 minuti.

 

Possiamo finalmente procedere alla realizzazione dei nostri cornetti!

Dividiamo l’impasto a metà, stendiamo ogni parte realizzando un rettangolo con una base di circa 20 cm e uno spessore di circa 1-2 cm.

Come sfogliare i cornetti?

Procediamo a scaldare il burro, lo lasciamo intiepidire e poi lo utilizziamo per spennellare il nostro impasto: dividiamo ogni rettangolo in triangoli, poi realizziamo il cornetto sollevando il triangolo dal piano di lavoro e allungandolo quasi del doppio. Arrotoliamo il triangolo stretto ma senza pressarlo.

Praticate un taglio al centro. Sollevate il triangolo dal piano di lavoro e allungatelo di quasi il doppio (se vogliamo farcirli, prima di arrotolarli poniamo al centro del triangolo un cucchiaino di marmellata, nutella, crema al pistacchio o il ripieno che preferite).

Quando arrotoliamo il triangolo, facciamo cadere la punta nella parte sottostante del cornetto.

Una volta pronti, li poniamo in teglia, su carta forno, abbastanza distanziati da loro, perché dovremo lasciarli a lievitare nuovamente in forno tiepido per circa 2 ore (o di nuovo con luce accesa al suo interno).

Prima di cuocerli, riprendiamo la teglia e spennelliamo i nostri cornetti con il tuorlo d’uovo.

Finalmente è arrivato il momento della cottura! Inforniamo i nostri cornetti in forno ben caldo a 180° nella parte medio bassa per circa 25 minuti fino a doratura!

 

Questa e tante altre golose ricette nella sezione BLOG!

 

 

Ersilia Cacace

 

 

 

 

(Photocredit: @fahkanokwon)

 
Leggi tutto

Cerca...