25 articoli dell'autore Vincenzo Ugliano

Vincenzo Ugliano 30/03/2021 0

Arancini siciliani: la ricetta

Arancini siciliani: una bontà tutta italiana che ci invidiano in ogni angolo del mondo!

C'è chi lo chiama arancino, chi arancina: la differenza pare sia tutta nella località in cui vengono prodotti, come Palermo o Catania: da qui il modo diverso di definire una bontà unica, a prescindere dal nome che si decida di dargli! Particolare è anche la forma che si sceglie di dare all'arancino: si può fare sferico o con la caratteristica punta rivolta verso l'alto. Anche in quel caso la differenza pare sia giustificata dal diverso tipo di ripieno, e quindi una differenza che viene sottolineata dalla diversa forma: rotondo col prosciutto e con la punta è ripieno al sugo. Gli arancini sono adatti sia come antipasto che come sfizioso aperitivo, quindi ve li suggeriamo in prossimità delle vacanze pasquali!

Oggi vi forniremo la ricetta per preparare a casa i classici arancini siciliani, con ripieno di piselli, carne macinata, mozzarella e sugo di pomodoro, ma potrete tranquillamente decidere di prepararli "in bianco" omettendo l'aggiunta del sugo.

Condividete l'articolo per non perderlo di vista e partiamo subito con ingredienti e preparazione!

 

INGREDIENTI per circa 12 arancini

- 500g riso vialone nano

- 1 bustina di zafferano

- 30g di burro

- 1 pizzico di sale

- 100g di caciocavallo stagionato grattugiato

- 200g farina 00

- 300ml di acqua

- 1 pizzico di sale

- pangrattato q.b.

- olio di semi q.b.

 

Per il ripieno:

- 200ml di passata di pomodoro

- 100g di carne di maiale macinata

- 80g piselli piccoli

- mezza cipolla

- pepe nero q.b.

- sale q.b.

- 50g caciocavallo fresco

- 25g di burro

- 50ml di vino rosso

 

ARANCINI SICILIANI: PREPARAZIONE

Innanzitutto bisogna scaldare il riso in abbondante acqua salata, sottraendo un paio di minuti al tempo di cottura indicato sulla confezione del riso. Potete avere come riferimento il momento di assorbimento completo dell'acqua da parte del riso. Unite il burro a pezzetti, sciogliamo lo zafferano in due dita di acqua calda e aggiungiamo il tutto al riso. Aggiungiamo anche il formaggio grattugiato e disponiamo il riso su un vassoio a raffreddare un paio d'ore, coprendolo con una pellicola per evitare che si secchi.

Intanto prepariamo il ripieno per i nostri arancini: in un tegame aggiungiamo olio, cipolla, burro, poi aggiungiamo la carne macinata, facciamo rosolare e aggiungiamo il vino facendolo sfumare; successivamente aggiungiamo la passata di pomodoro, sale e pepe e lasciamo cuocere per circa 20 minuti. Poco prima della cottura, aggiungiamo anche i piselli piccoli. 

Mentre il ripieno e il riso si raffreddano, tagliamo anche il formaggio e la mozzarella a cubetti, dopodichè siamo pronti per preparare i nostri arancini! Per formare ogni arancino usiamo 2 cucchiai di riso, formando una cunetta nel centro della mano, poniamo al centro un po' del ripieno, qualche cubetto di formaggio e di mozzarella e poi diamo a richiudere la pallina di riso, dandogli forma rotonda o con la punta, a seconda di come preferiamo. 

Una volta che tutti gli arancini saranno pronti, prepariamo la pastella e la panatura. Per la pastella uniamo farina, acqua e un pizzico di sale, mescolando con una frusta. Immergiamo in questa pastella uno alla volta e poi li rotoliamo nel pangrattato. Quando l'olio sarà ben caldo, iniziamo a friggere. Cerhiamo di friggere massimo un paio di pezzi alla volta per evitare che la temperatura dell'olio si abbassi troppo. Una volta fritti, li poniamo su un vassoio con carta assorbente per far asciugare l'olio in eccesso.

I nostri arancini sono pronti!

Potete trovare tante altre gustose proposte visitando la nostra sezione BLOG!

 

Ersilia Cacace

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Leggi tutto

Vincenzo Ugliano 24/10/2019 0

Pan dei morti: scopri il dolce tipico di novembre

Legata all'antica tradizione della ricorrenza dei defunti, il pan dei morti è una ricetta tipica del Nord Italia, utilizzata per omaggiare i cari defunti. Un'origine antica caratterizza il pan dei morti, risalenta al tempo dei Greci, popolo abituato ad offrire il cibo ai defunti e a Demetra, per assicurarsi una buona raccolta. Il dolce è molto comune in Toscana dove viana realizzato nel periodo che va da Halloween alla festività dei defunti. Ma come si prepara il pan dei morti?

Leggi tutto

Vincenzo Ugliano 19/07/2019 0

Sapore unico: il pane dei Camaldoli

Questo tipo di pane ha una tradizione antichissima e rappresenta sicuramente una delle tante testimonianze appartenenti alla cucina campana ed in particolare a quella napoletana.

Leggi tutto

Vincenzo Ugliano 24/06/2019 0

Scoprendo il sartù di riso, specialità partenopea

Si pensa che il nome di questa pietanza derivi dalla parola francese "surtout", l'oggetto sul quale anticamente veniva servito ma c'è chi ipotizza anche che abbia una radice diversa.

Leggi tutto

Vincenzo Ugliano 31/05/2019 0

Scoprendo un dolce triestino: la putizza

A Trieste la conoscono tutti e noi di Scoutmenu consigliamo di assaggiarla e gustarla perché ne vale davvero la pena.

Leggi tutto